Il piano sicurezza di un cantiere (PSC)

Pubblicato il

Il Piano di Sicurezza e Coordinamento, nel linguaggio comune PSC, è uno strumento che viene utilizzato fin dalla fase di progettazione valutando preventivamente i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori in cantiere.

I rischi devono essere individuati, analizzati e valutati in funzione delle caratteristiche localizzative, tecniche e tecnologiche dell’intervento architettonico o ingegneristico. Nel Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) si devono esplicitare anche le misure di prevenzione e protezione che bisogna mettere in atto in tutte le fasi di lavorazione del cantiere.

Da un punto di vista pratico, il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) rientra tra i documenti del progetto esecutivo e addirittura del contratto di appalto. Viene generalmente redatto da un coordinatore già nella fase di progettazione e aggiornato di volta in volta in relazione all’andamento dei lavori.

Entrando nello specifico, il Piano Sicurezza e Coordinamento (PSC) è costituito da una relazione tecnica che deve analizzare i rischi potenziali di un cantiere, indicare le prescrizioni e le eventuali fasi critiche del processo costruttivo in relazione all’area di intervento, all’organizzazione del cantiere, alle fasi di lavorazione e alle loro interferenze. Il documento deve prevedere anche una stima dei costi della sicurezza nonché un piano con gli aspetti organizzativi e gestionali.

ECTM dispone delle abilitazioni necessarie per redigere il Piano Sicurezza e Coordinamento (PSC) per ogni tipo di cantiere.

Richiedi un appuntamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *