Progettazione architettonica: dall’idea alla realizzazione

Pubblicato il

La progettazione architettonica di qualsivoglia progetto è un processo complesso ed articolato, fatto di analisi preliminari, studio, ricerca e senza dubbio un tocco di estro e creatività.

Il cliente
Il primo ineluttabile step è il colloquio con il cliente. Questo è il momento di comprendere i suoi desiderata e le sue idee per una ristrutturazione, un ampliamento o una costruzione ex novo.

Studio di fattibilità
Una volta chiariti i bisogni della committenza, è necessario dedicarsi alla verifica di fattibilità preliminare per capire se tutti gli interventi si possano realizzare in concreto. Questo passaggio obbligato prevede un esame approfondito del Regolamento Edilizio, delle norme tecniche di attuazione del Piano Regolatore Generale e il Regolamento Urbanistico-Edilizio. Nonostante esistano innumerevoli elementi da verificare, a seconda della tipologia di intervento da effettuare, ce ne sono alcuni molto frequenti: la disciplina delle distanze da altri edifici, le prescrizioni tecniche sulla costruzione di edifici, gli indici urbanistici e la presenza di vincoli culturali, idrogeologici o paesaggistici.

Concept
Dopo lo studio di fattibilità preliminare, si passa all’ideazione di un concept che collimi le esigenze e i gusti del cliente con le necessità imposte dalle normative analizzate in precedenza. L’idea progettuale viene realizzata con schizzi, viste preliminari in 3d e modellini in studio.

Progetto preliminare
Si tratta dello studio della distribuzione planimetrica interna, nel caso di ristrutturazioni edilizie, o dell’assetto planivolumetrico se invece riguarda un edificio di nuova costruzione. Gli elaborati che vengono prodotti già contengono le piante arredate, i prospetti e le sezioni. L’obiettivo della presentazione di un progetto preliminare è permettere al cliente di visualizzare come si tradurranno in concreto le sue idee.

Progetto definitivo
La differenza con il precedente sta nel fatto che viene redatto utilizzando le regole della geometria descrittiva. Il documento deve contenere le superfici, le quote, le altezze dei vari ambienti, le convenzioni grafiche e le simbologie. È parte integrante del progetto definitivo anche la tavola degli interventi dove con il rosso si indicano le parti costruite, con il giallo quelle che verranno demolite.

Progetto esecutivo
Il progetto esecutivo è particolarmente importante perché serve all’impresa di costruzione e agli operai per realizzare materialmente il progetto architettonico. Il progetto architettonico esecutivo comprende diversi disegni tematici, quali gli impianti, i rivestimenti, le coibentazioni e così via.

La consegna
Per un professionista è forse il momento più emozionante, quello in cui si consegnano le chiavi di casa al proprietario che vede così realizzato il suo progetto architettonico che probabilmente sognava da tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *