Grandi Opere, la Nuvola di Fuksas

Pubblicato il

Apriamo oggi una nuova rubrica attraverso la quale avremo modo di scoprire alcune delle opere architettoniche più importanti, belle, avanguardistiche del mondo. Iniziamo con il Nuovo Centro Congressi di Roma, meglio conosciuto come “La Nuvola”.

L’opera, che nasce con l’intento di dotare Roma di un moderno centro congressi, si trova all’EUR, uno dei quartieri più moderni della Capitale. È stato progettata dallo Studio Fuksas e realizzata dalla Condotte S.p.a. a partire dal 2008.

La Nuvola, chiamata così per l’originale forma, si sviluppa su un’area di 55mila m² e comprende un auditorium da quasi 2000 posti, diverse sale conferenze, due foyer ed una vera e propria zona commerciale di 3300 m². Un’opera immensa, perfettamente integrata nell’architettura del quartiere EUR.

La Nuvola di Fuksas è composta da tre veri e propri organismi distinti: la parte interrata, costituita dalle sale auditorium, le sale conferenze, un parcheggio e alcuni servizi annessi; la teca, ossia l’edificio poligonale costruito in acciaio, vetro e pietra che contiene la “nuvola”, l’auditorium da 1850 posti; la lama, un hotel di 441 stanze, 17 piani per un’altezza di 56 metri.

Il Nuovo Centro Congressi di Roma è un’opera dallo straordinario valore artistico ma soprattutto un modello architettonico nuovo e moderno caratterizzato da soluzioni logistiche innovative e da materiali tecnologicamente molto avanzati.

Una delle principali caratteristiche della “Nuvola” è il suo carattere eco-compatibile e il suo approccio teso a ridurre il più possibile il consumo energetico.

Ad esempio, l’opera è dotata di un sistema di climatizzazione a portata variabile dell’aria condizionata con l’obiettivo di consentire un consumo ottimale di energia in funzione dell’effettivo affollamento dei locali. Inoltre, sulla copertura che chiude la teca nella parte superiore, sono stati installati degli elementi fotovoltaici che garantiscono a tutta la struttura la produzione naturale dell’energia elettrica necessaria e che, al contempo, proteggono l’edificio dal surriscaldamento attraverso la mitigazione della radiazione solare.

Seguiteci anche sulla Pagina Facebook di ECTM – Ingegneria e Architettura per conoscere e scoprire altre grandi importanti opere architettoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *