Grandi Opere, Auditorium Parco della Musica

Pubblicato il

Continua il nostro viaggio tra le grandi opere di eccellenti architetti italiani. Oggi vogliamo parlarvi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, disegnato e progettato dal mitico Renzo Piano.

L’Auditorium Parco della Musica di Roma è un complesso multifunzionale dedicato ad eventi culturali e musicale. Il complesso, inaugurato nel 2002, si sviluppa su un’area di 55mila metri quadri ed è composto da tre sale concerto che compongono una forma che ricorda quella di uno scarabeo. Le tre sale dell’Auditorium sono ricoperte da lastre di piombo disposte a raggiera a partire dalla cavea, il teatro all’aperto. Oltre alle sale concerto, il complesso conta di sale registrazioni, spazi dedicati ai servizi, sale prove e di un vasto terrazzo dal quale i visitatori possono ammirare i resti di una villa romana.

Le sale concerto a cui abbiamo accennato sono:

  • Sala Santa Cecilia: dedicata alla patrona della musica, è destinata ai concerti sinfonici per coro e grande orchestra.
  • Sala Sinopoli: dedicata al direttore d’orchestra Giuseppe Sinopoli, è adattabile ad ogni tipologia di musica ed eventi, grazie alla progettazione della postazione per l’orchestra molto versatile.
  • Sala Petrassi: in onore del compositore Goffredo Petrassi, è destinata ai concerti di musica più contemporanea.
  • Cavea: è l’anfiteatro all’aperto dell’Auditorium che durante l’estate ospita numerosi eventi musicali con gruppi e musicisti da tutto il mondo.

Renzo Piano ha lavorato in collaborazione con Jürgen Reinhold (Studio Müller-BBM di Monaco di Baviera) che si è occupato dell’acustica delle tre sale, e con l’architetto paesaggista Franco Zagari che si è occupato della consulenza urbanistica e degli spazi esterni.

Vi invitiamo a collegarvi alla nostra pagina Facebook  e al canale Instagram per scoprire altre importanti opere architettoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *