Grandi opere, la Casa della Musica di Pieve di Cento

Pubblicato il

Continua il nostro viaggio tra le grandi opere architettoniche che per impatto, per innovazione o per il design hanno occupato un posto nella storia dell’architettura mondiale.

Oggi ci trasferiamo nella provincia di Bologna, a Pieve di Cento dove troviamo la Casa della Musica. L’opera è stata progettata dallo studio Mario Cucinella Architects. La struttura, recentemente inaugurata alla presenza delle massime autorità dello Stato, costituisce una delle cinque opere progettate dallo Studio nell’ambito del fondo di solidarietà istituito dopo il terribile terremoto che colpì l’Emilia nel 2012.

Lo Studio ha affidato la progettazione architettonica a sei tra architetti e ingegneri, tutti under 30. La Casa della Musica, che attualmente ospita il circolo di musica pievese e la scuola media ad indirizzo musicale, è stata costruita su un’area bonificata dal Comune in precedenza occupata dagli stabilimenti della Lamborghini. L’edificio è costituito da 9 elementi che traggono ispirazione dall’antica tradizione musicale della località emiliana.

Il principio di fondo che sottende alla realizzazione architettonica, considera ogni elemento parte di un insieme, esattamente come ogni strumento musicale è parte di un’orchestra. I nove elementi sono occupati da altrettanti laboratori musicali, tutti di forma circolare, messi in collegamento tra loro da uno spazio esterno, una piazza dove ci si incontra e si condividono momenti di socializzazione.

Ritroviamo elementi legati al mondo della musica anche nella scelta dei materiali di costruzione: il legno scelto, infatti, è il rovere, perfetto per contenere ed amplificare i suoni, esattamente come avviene nelle casse armoniche degli strumenti musicali.

La Casa della Musica di Pieve di Cento ha una struttura in muratura portante in grado di apportare un’elevata inerzia termica e un adeguato isolamento acustico. La struttura è rivestita di una facciata ventilata fatta di doghe curve di rovere.

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook per scoprire altri importanti opere architettoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *