Isolare le pareti interne di un’abitazione

Pubblicato il

In fase di costruzione di un nuovo edificio, i costruttori prestano sempre maggiore attenzione all’isolamento sia termico che acustico delle pareti portanti e perimetrali. Spesso però non si dà la stessa importanza e priorità all’isolamento delle partizioni interne o tra le diverse unità immobiliari.

L’isolamento termico interno è importante tanto quanto quello esterno, soprattutto in funzione del fatto che si stanno diffondendo sempre di più sistemi di termostati che consentono di impostare temperature differenti tra una stanza e l’altra di una casa.

Per isolare termicamente e acusticamente le partizioni interne di un edificio residenziale ci sono molte soluzioni sul mercato. Esistono infatti materiali naturali, sintetici e feltri minerali che possono venirci incontro, ognuno con i suoi pro e i suoi contro.

Tra i materiali sintetici viene generalmente utilizzato il polistirene espanso sinterizzato (Eps), il comune polistirolo. Il materiale in questione è un ottimo isolante sia termico che acustico. Inoltre, le pareti costituite dal polistirolo possono essere armate con strutture in acciaio che le rendono anche delle ottime soluzioni antisismiche. Infine, il polistirene è anche un buon autoestinguente, limitando quindi i danni in caso di incendio.

Tra i materiali isolanti naturali ci sono il legno e il sughero, non indicati però in caso di ambienti ed edifici molto umidi. La scelta dei materiali naturali incide però significativamente sui costi di installazione fino ad un 30% in più rispetto a materiali sintetici.

Infine, abbiamo la possibilità di utilizzare dei feltri minerali che possono essere applicati a pareti interne già esistenti attraverso la creazione di un’intercapedine da riempire con lana di vetro o di roccia. Anche in questo caso, le spese possono aumentare vertiginosamente insieme ai tempi di realizzazione.

Affidati ad ECTM – studio di ingegneria e architettura a Roma per isolare le pareti interne della tua abitazione. Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *