Terra piatta, la teoria dello scappellamento a destra

Nel 1666 in un paese sperduto del Regno Unito, uno studioso dell’epoca, un certo Isaac Newton, si stava riposando sotto un albero di mele quando improvvisamente gli cadde un frutto in testa, lo mangiò? Imprecò per l’accaduto? Se così fosse, forse oggi, non saremmo così indignati dalle teorie terrapiattiste e rimetteremmo in discussione tutti i tabulati scientifici partoriti dall’umanità.
Ma per fortuna quella mela caduta sulla testa di Isaac Newton gli fece porre la domanda:”In virtù di quale strano meccanismo fisico tutti gli oggetti del mondo, in assenza di un sostegno, cadono per terra?”, da qui gli studi che lo hanno portato alla scoperta della GRAVITA’e della forza Peso per la quale quando due corpi di masse differenti interagiscono fra di loro, quello di massa maggiore esercita una forza di attrazione su quello di massa minore.

Secondo le teorie della fisica moderna, sulla quale si sviluppano tutte le tecniche di progettazione e costruzione dell’ingegneria internazionale, una delle variabili calcolate per garantire la stabilità di un edificio è proprio la forza di attrazione gravitazionale verso il centro della terra, calcolata in base al punto geografico di costruzione e la forza centrifuga rilevata derivante proprio dal moto rotatorio della Terra.
Se la terra fosse piatta queste variabili non dovrebbero essere calcolate e,tutte le costruzioni moderne che si sviluppano in verticale per centinaia di metri, non sarebbero mai riuscite a rimanere in piedi.

Quindi più che l’Australia, non sarebbero mai esistite città come: Dubai, Chicago, Tokyo, Hong Kong, New York…

Ma questa è solo una piccola obiezione rispetto alla teoria dell’effetto PAC-MAN

La teoria dell’effetto PAC-MAN spiega come un corpo, arrivato in prossimità dei bordi della terra piatta, si ritrovi magicamente esattamente nel lato opposto di dove terminava la superficie, evitando di cadere nello spazio aperto.

Poniamo adesso a confronto la teoria dello “scappellamento a destra“, per la quale un antani qualunque si pone su una retta via che si era smarrita incamminandosi per una selva oscura, mentre giocando a pallone spollunava un quisibus dell’oceano svizzero.

Siamo impazziti? Può darsi, ma scientificamente parlando la teoria dell’effetto pac-man e la teoria dello “scappellamento a destra” hanno la medesima dimostrabilità.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *